Il mio paese 

Romans d'Isonzo (Romans dal Lusinç in friulano) è un comune di 3.735 abitanti

Il comune si trova in una zona pianeggiante delFriuli orientale, ed è attraversato dai torrenti Torre, Judrio, Versa e dal rio Bisunta. Romans si trova a 15 km dal capoluogo di provincia , è a circa metà strada tra Trieste e Udine. Il comune di Romans d'Isonzo, oltre al capoluogo, comprende le frazioni Fratta e Versa.

Posta sull'antica strada postale che collega ancora due città storiche come Gradisca d'Isonzo e Palmanova, la città-fortezza del Cinquecento, Romans si propone come un attivo paese nei settori artigianale ed industriale.

PANORAMA DI ROMANS D'ISONZO

Territorio abitato già in epoca preistorica, la tradizione vuole la presenza in zona di un antico castelliere. Rilevante la testimonianza romana con cinque insediamenti rustici identificati.

Nel 1986 venne scoperta in località "San Zorç" una delle più vaste necropoli longobarde d'Italia, alcuni reperti sono in mostra ai Musei Archeologici di Cividale(a 28km), sede del primo ducato Longobardoe ad Aquileia(a 15km), la capitale della X Regio Venetia et Histria ai tempi di Augusto.

Nel Medioevo, Romans faceva parte dei territori dei Conti di Gorizia. Il primo documento in cui sono ricordati i tre nuclei abitativi del territorio attuale è la donazione del Marchese di Toscana Uldarico al Patriarca di Aquileia (2 febbraio 1170). Quest'atto testimonia l'antichità dell'insediamento ed indica la denominazione di un insieme di ville esistenti a Romans: Latina, Raccogliano e Pradigoi, come tre borghi distinti che, nei nomi Predegoj e Rachelach hanno forse un'origine slava. Questa può essere giustificata dall'importazione di genti di ceppo slavo attorno all'anno 1000 che hanno lasciato tracce toponomastiche a seguito delle tremende incursioniLA CHIESA ungare sul territorio.

In un documento di donazione all'Abbazia di Rosazzo del 1326, si cita una "Mansio di Romans" e si ha notizia di una "centa", ovvero di un insieme di abitazioni raccolte e fortificate attorno alla chiesa.

Diverse furono le scorrerie dei turchi nel 1472, 1477 e la più tremenda del 1499, quando la popolazione si raccolse attorno alla Centa e in chiesa in cerca di salvezza.

Quando i territori della Contea di Gorizia passarono agli Asburgo in seguito alla morte dell'ultimo conte Leonardo (1500), inizia per il territorio un periodo di contese tra l'autorità imperiale e Venezia.

 

 

 

 

 

 

 

lA PIAZZA PRINCIPALE DEL PAESE

PIAZZA CANDUSSI CON LA CHIESAIL GIARDINO PUBBLICO...UN PO' PICCOLO!

 

IL GIARDINO

PUBBLICO

 

 

                  

 

 

  Questa pagina è stata aggiornata il 26/12/09.